Accedi al sito
Serve aiuto?

Modulistica Accreditamenti

MODULISTICA PER RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO

I soggetti che possono iscrivere le proprie attività/eventi formativi all’interno della piattaforma telematica Im@teria, sono:
1. Il CNAPPC
2. Gli Ordini Territoriali
3. I soggetti terzi di cui al successivo punto 6.3.1.
La conferma degli eventi formativi avviene attraverso la procedura di istanza digitale predisposta dal CNAPPC sulla piattaforma telematica. Le attività/eventi formativi vengono distinte, ai fini dell’inserimento in: 1. Attività formative di tipo frontale; 2. Attività formative a distanza (F.A.D.) di tipo sincrono o asincrono; 3. Tutte le attività/eventi formativi di cui al precedente punto 5 devono essere inseriti solo tramite la piattaforma telematica del CNAPPC; 4. La piattaforma assegna per ogni attività/evento un codice identificativo che è riportato nella certificazione del cfp assegnati; 5. Trascorsi 30 giorni dall’inserimento i cfp si intendono attribuiti, rimanendo l’obbligo di acquisire anche a posteriori il numero del codice identificativo dell’evento. La Piattaforma telematica conserva tutte le informazioni relative ai singoli eventi formativi ed in particolare: - i dati dell’istanza; - i dati del corso e il materiale didattico; - i dati sui partecipanti e sui crediti erogati. Gli Ordini Territoriali e i soggetti terzi conserveranno l’originale dei registri firma, se non ottenuti a livello digitale, per le verifiche delle eventuali contestazioni. I cfp acquisiti con la partecipazione alle attività/eventi formativi, solamente seguendo le procedure della piattaforma telematica, sono automaticamente registrati nella scheda personale dell’iscritto nell’Albo Unico. In questo caso gli attestati di partecipazione possono essere scaricati direttamente dai discenti attraverso la piattaforma telematica e sono redatti in conformità al modello predisposto dal CNAPPC. Le attività formative/eventi promossi da altri Ordini/Collegi professionali e/o Enti ed Istituzioni pubbliche, purchè rispondenti ai requisiti delle presenti Linee Guida possono ottenere il riconoscimento dei relativi cfp. A tale fine gli Ordini Territoriali devono provvedere all’inserimento degli stessi nella piattaforma telematica.
6.2 - Il CNAPPC e gli Ordini Territoriali organizzano l’offerta formativa sui temi della deontologia e dei compensi professionali, compreso anche l’esercizio professionale ed in particolare: - la riforma ordinistica, le assicurazioni, le responsabilità civili e penali, le norme previdenziali, i compensi, i contratti e l’ordinamento professionale; - di preferenza: temi innovativi che rivestono un ruolo fondamentale trasversale a tutti gli indirizzi professionali negli ambiti disciplinari riconducibili allo sviluppo sostenibile e alla conservazione delle risorse e dell’energia, alla sicurezza e alla qualità dell’abitare degli edifici e delle città, alla rigenerazione urbana sostenibile, alla conservazione dei beni culturali e del territorio.
6.2.1 - Gli Ordini Territoriali possono predisporre l’offerta formativa in modo autonomo, in collaborazione, cooperazione o convenzione con altri idonei soggetti mantenendo propria la responsabilità culturale e scientifica degli eventi. Gli Ordini Territoriali possono delegare gli aspetti organizzativi ed economici ad altri soggetti solo previa convenzione o protocollo d’intesa.
6.2.2 - Gli Ordini Territoriali sono direttamente responsabili delle attività di formazione professionale, vigilano sulla qualità degli eventi e sull’effettivo adempimento dell’obbligo formativo da parte degli iscritti secondo procedure predisposte dal CNAPPC e condivise a livello nazionale.
6.2.3 - Il CNAPPC riscontra la conformità dell’offerta formativa degli Ordini Territoriali e dei soggetti terzi attraverso l’apposita Commissione prevista dal Regolamento, esprimendo il proprio parere sulla loro adeguatezza, eventualmente indicando le modifiche che vi debbano essere apportate, con l’obiettivo di assicurare i requisiti minimi, uniformi su tutto il territorio nazionale, dei corsi di aggiornamento. In caso di mancanza dei requisiti minimi il CNAPPC avvierà subito una consultazione con l’Ordine provinciale per adeguare consensualmente il contenuto.
6.2.4 - Il conferimento di patrocini da parte del CNAPPC o degli Ordini Territoriali non comporta in alcun modo il riconoscimento di crediti formativi professionali.
6.3 - Procedure di autorizzazione degli eventi formativi promossi da associazione di iscritti agli albi e da altri soggetti.
6.3.1 - In conformità al comma 2 dell’art. 7 del D.P.R. 137/2012, l’organizzazione di corsi di formazione può essere effettuata anche da Associazioni di iscritti agli albi e da altri soggetti, previa motivata proposta di delibera del Consiglio Nazionale da trasmettere al Ministro vigilante al fine di ottenere il parere vincolante dello stesso.
6.3.2 - Le attività formative autorizzate dal CNAPPC ai sensi dell’art. 7 del D.P.R. 137/2012, devono rispondere ai criteri generali e alle procedure di cui all’ALLEGATO 3. 6.3.3 - Al termine delle procedure istruttorie il Consiglio Nazionale trasmetterà al Ministro vigilante motivata proposta di delibera, al fine di ottenere il parere vincolante dello stesso. Ottenuto il parere vincolante del Ministro vigilante, il Consiglio Nazionale comunicherà all’interessato, le determinazioni assunte e ne pubblicherà il nominativo e gli eventi relativi nell’elenco della piattaforma telematica dandone contestuale informativa agli Ordini Territoriali. 6.3.4 - L’accreditamento degli eventi formativi organizzati da soggetti diversi dagli Ordini comporta il versamento al solo CNAPPC delle spese di segreteria, valutate di volta in volta in base alla complessità dell’istruttoria ministeriale e in relazione al numero degli eventi proposti, per il riconoscimento dei crediti formativi professionali. Gli Ordini Territoriali nella loro autonomia gestionale possono applicare, per gli eventi organizzati in collaborazione con altri soggetti, propri diritti di segreteria per la parte di competenze a loro carico.
6.3.5 - Le attività/eventi formativi promossi dai soggetti terzi sulla base delle procedure di accreditamento degli stessi e già confermate dal CNAPPC non devono essere reinseriti nella piattaforma telematica da parte degli Ordini Territoriali.
6.3.6 - Il CNAPPC e gli Ordini Territoriali, si riservano, secondo le proprie competenze, la facoltà di controllare e verificare anche successivamente all’evento, nelle forme che riterranno opportune, la rispondenza del programma inviato e valutato rispetto all’effettivo svolgimento dei lavori, la reale partecipazione dei relatori indicati nel programma medesimo, l’adeguatezza nonché l’attendibilità dei meccanismi di verifica della partecipazione all’evento. Potrà a tal fine richiedere al soggetto proponente idonea documentazione.
6.3.7 - La sostanziale difformità dell’evento realizzato rispetto a quanto autorizzato, è motivo di contestazione e può comportare la modifica o la revoca dell’autorizzazione con conseguente riduzione o annullamento dei crediti professionali attribuiti allo specifico evento formativo.
6.4 - Norme comuni
6.4.1 - Ogni variazione sostanziale del programma formerà oggetto di specifica valutazione da parte del CNAPPC circa la equivalenza dell’evento così come effettivamente realizzato rispetto al programma su cui era fondata l’attribuzione dei crediti formativi professionali. Essendo attribuito ad ogni singolo evento un codice identificativo unico, per gli eventi che costituiscono replica esatta di altri già accreditati, la piattaforma prevede una procedura semplificata sia per il caricamento dei dati che per il relativo accreditamento.
6.4.2 - Attività/eventi formativi promossi tramite gli Ordini Territoriali e già accreditati, se riproposti da altro Ordine devono essere reinseriti nella piattaforma telematica al fine di ottenere un nuovo codice identificativo.
6.4.3 - Le attività/eventi formativi promossi dagli Ordini Territoriali devono essere aperti come principio alla partecipazione di tutti gli architetti, fatto salvo solo quanto diversamente previsto da specifici protocolli d’intesa/convenzioni con soggetti pubblici.
6.4.4 - Gli Ordini Territoriali possono promuovere attività/eventi formativi frontali solo nell’ambito del proprio territorio, fatto salvo intese di collaborazione e co-promozione con altri Ordini Territoriali.
6.5 - Validazione attività formativa svolta all’estero.
6.5.1 - È competenza del CNAPPC validare crediti formativi professionali relativi a corsi di aggiornamento professionale, seminari, convegni, conferenze, tavole rotonde, workshop e simili, tenuti all’estero da istituzioni, enti, organismi e da altri soggetti comunitari ed extracomunitari. A tal fine il professionista dovrà inviare al CNAPPC tramite la piattaforma telematica, previa verifica da parte dell’Ordine Territoriale, apposita richiesta corredata da ogni documentazione utile a valutare l’attività formativa, quali, a titolo esemplificativo: i programmi dell’attività formativa, i costi di partecipazione, i docenti, e a completamento l’attestato di frequenza. Il CNAPPC a seguito di valutazione e istruttoria, comunicherà all’iscritto e al proprio Ordine Territoriale, entro 60 giorni dalla ricezione dell’istanza, il numero dei crediti formativi professionali attribuiti e provvederà al caricamento degli stessi sulla piattaforma.
6.6 - A partire dal 01.01.2015 non sarà più possibile rilasciare cfp a posteriori di attività/ eventi non accreditati, fatto salvo per gli eventi di cui al punto 5.4.
6.7 - Gli iscritti provvedono direttamente nella propria anagrafe formativa, a registrare i cfp ottenuti per le seguenti attività/eventi formativi: - corsi abilitanti relativi a sicurezza, VVFF, acustica; - le attività di cui al punto 5.3; - le attività/ eventi formativi di cui al punto 5.4 lettere d), e), f). L’iscritto, assumendo piena responsabilità della registrazione, deve inviare contestualmente all’Ordine Territoriale una autocertificazione di evidenzia legale unitamente a copia di documento di identità.

Si precisa che le attività formative autorizzate dal CNAPPC ai sensi dell'art. 7 del D.P.R. 137/2012, devono rispondere ai criteri generali e alle procedure di cui all'ALLEGATO 3 scaricabile tra i documenti sottostanti. 

File allegati: 

Regolamento per richiesta accreditamento 

Autocertificazione riproposizione evento

LINEE GUIDA PROCEDURA ACCREDITAMENTO ENTI TERZI

ALLEGATO 1_ RICHIESTA AUTORIZZAZIONE EVENTO

ALLEGATO 2 _ SCHEDA EVENTO

ALLEGATO 3 _ ARTICOLAZIONE EVENTO

ALLEGATO 4 _ GESTIONE EVENTO

ALLEGATO 5 _ SCHEDA PREVENTIVA EVENTO

ALLEGATO 6 _ SCHEDA CONSUNTIVO EVENTO

REGOLAMENTO GESTIONE EVENTI